Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

L'ESDEBITAZIONE NELLA LIQUIDAZIONE CONTROLLATA DEI BENI

Pubblicato il 25 gennaio 2023 alle 15.30

Ai sensi dell’art. 280 CCII, nella liquidazione controllata dei beni l’esdebitazione non è automatica, bensì avviene solamente se rispettate le seguenti condizioni:

1) Il debitore non sia stato condannato con sentenza passata in giudicato per bancarotta fraudolenta o per delitti contro l’economia pubblica, l’industria e il commercio, o altri delitti compiuti in connessione con l’...

Leggi tutto il post »

EFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE CONTROLLATA VERSO I CREDITORI

Pubblicato il 16 gennaio 2023 alle 15.00

In premessa si ricorda come la liquidazione controllata dei beni consiste in una procedura finalizzata nel regolare il concorso tra tutti i creditori tramite la liquidazione dell’intero patrimonio del debitore e la successiva ripartizione tra i creditori, nel rispetto della par condicio creditorium. In sostanza, consiste in una sorta di "fallimento" per i soggetti non fallibili (per dettagli, rimandiamo al seguente

Leggi tutto il post »

EFFETTI DELLA LIQUIDAZIONE CONTROLLATA VERSO IL DEBITORE

Pubblicato il 02 gennaio 2023 alle 15.45

L’apertura della procedura di liquidazione controllata è un evento giuridicamente rilevante, cioè idoneo a produrre i seguenti effetti verso il debitore:

  • Spossessamento del potere di amministrazione.

Il potere di amministrare il patrimonio (conservazione, gestione e ricostruzione) viene affidata, a seguito della dichiarazione di apertura della proced...

Leggi tutto il post »

LA LIQUIDAZIONE CONTROLLATA

Pubblicato il 26 dicembre 2022 alle 17.15

La liquidazione controllata dei beni - regolamentata a partire dall’art. 268 CCII – non è finalizzata al risanamento del debitore (obiettivo del concordato minore e della ristrutturazione dei debiti del consumatore) bensì a regolare il concorso tra tutti i creditori anteriori all’apertura della procedura concorsuale tramite la liquidazione dell’intero patrimonio del debitore e la successiva ripartizione tra i creditori, nel rispett...

Leggi tutto il post »

LA RISTRUTTURAZIONE DEL DEBITO FISCALE NELLA CRISI D'IMPRESA

Pubblicato il 12 dicembre 2022 alle 14.40

Nelle imprese in crisi è solito avere possibilità di successo nel risanamento aziendale tramite una ristrutturazione del debito complessivo, all’interno del quale vi rientrano le passività verso l’Amministrazione finanziaria. In merito, il Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza prevede due diverse ipotesi:

• Ristrutturazione del debito fiscale tramite la composizione ne...

Leggi tutto il post »

NON VERSARE I CONTRIBUTI DEI DIPENDENTI E' DISTRAZIONE

Pubblicato il 30 novembre 2022 alle 14.50

La Corte di Cassazione, nella sentenza 25.11.2022 n. 44861, in relazione al reato di omesso versamento delle ritenute previdenziali e assistenziali (ex art. 2 co. 1-bis del DL 463/1983 convertito), ha precisato che:

- ne costituisce presupposto il pagamento delle retribuzioni al personale dipendente, non rilevando il fatto che la relativa erogazione sia avvenuta con ritardo rispetto agli accordi contrattuali. Poiché la ...

Leggi tutto il post »

ADEGUATO ASSETTO ORGANIZZATIVO PER RILEVARE LA CRISI D'IMPRESA

Pubblicato il 08 novembre 2022 alle 14.15

Ai sensi dell'art. 2086 c.c., gli imprenditori devono dotarsi di un assetto organizzativo, amministrativo e contabile “adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale”. La finalità è quella di monitorare lo stato di salute delle aziende, in modo da rilevare preventivamente segnali di pre-crisi aziendali, in m...

Leggi tutto il post »

LA CANCELLAZIONE DEL DEBITO PER IL DEBITORE INCAPIENTE - PARTE 2 DI 2

Pubblicato il 07 novembre 2022 alle 14.15

La valutazione di rilevanza delle nuove entrate - ovvero le utilità rilevanti eventualmente presente nel corso dei successivi 4 anni dal decreto di esdebitazione emesso dal giudice - deve essere effettuata su base annua, dedotti le spese di produzione del reddito e quanto occorrente al mantenimento del debitore e della sua famiglia in misura pari all’ammontare dell’assegno sociale aumentato della metà, moltiplicato per un parametro corrisponde...

Leggi tutto il post »

LA CANCELLAZIONE DEL DEBITO PER IL DEBITORE INCAPIENTE - PARTE 1 DI 2

Pubblicato il 02 novembre 2022 alle 13.45

Il legislatore ha recentemente introdotto una normativa finalizzata all'esdebitazione del debitore incapiente, a favore di debitori che avendo ormai perso ogni patrimonio e capacità reddituale, non riescono a far fronte, neanche in misura minima, ai propri debiti. Vediamo nello specifico quali sono i requisiti per poter accedere alla procedura in questione.

L’art. 14-quaterdecies L. 3/2012 e l’art. 283 CCII,...

Leggi tutto il post »

COMPOSIZIONE NEGOZIATA ESCLUSA IN CASO DI INSOLVENZA

Pubblicato il 25 ottobre 2022 alle 14.50

Interessante sentenza arriva dal Tribunale di Siracusa 14.9.2022 secondo la quale, aderendo ad una visione restrittiva della norma, nella composizione negoziata della crisi non possono accedere quelle imprese che, al momento della nomina dell’esperto, versino in uno stato di insolvenza. In particolare, lo stato di insolvenza, se sussistente e rilevabile dall’imprenditore al momento del deposito dell’istanza, costituisce elemento preclusivo allR...

Leggi tutto il post »