Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione

Rassegna stampa

Rassegna stampa

FASE 2: CODACONS SUL RISCHIO RINCARI. CAFFE' FINO A DUE EURO, SPESA DAL PARRUCCHIERE +25 PER CENTO

Posted on 20 May, 2020 at 8:45

Caffé e taglio di capelli più cari dopo la riapertura degli esercizi commerciali nella fase 2. Lo denuncia il Codacons che parla di aumenti fino al +53,8% per il caffé o del +25% per taglio capelli o messa in piega. «Stiamo ricevendo decine di segnalazioni sugli incrementi dei listini» spiega l’associazione.

 

In testa alla classifica dei rincari ci sono i bar, con molti esercenti che hanno ritoccato al rialzo il prezzo di caffè e cappuccino: al centro di Milano, dove il prezzo medio di un espresso è 1,30 euro, si arriva fino a 2 euro (+53,8%). A Roma (1,10) fino a 1,50 euro (+36,3%). A Firenze (1,40) fino a 1,70 euro (+21,5%).

 

Anche i parrucchieri, in base alle segnalazioni, hanno aumentato i listini, con rincari per shampoo, messa in piega, taglio, e altri trattamenti. In base ai costi medi nelle grandi città, il prezzo di un taglio passa da una media 20 a 25 euro (+25%), ma con punte che arrivano al +66%, dove secondo una segnalazione a Milano il taglio donna in un salone è passato da 15 a 25 euro.

 

Secondo l'associazione dei consumatori seguono gli alimentari, con molti beni di prima necessità che hanno subito negli ultimi giorni sensibili rialzi al dettaglio. «E' un vero e proprio scandalo che commercianti ed esercenti scarichino i mancati guadagni e i maggiori costi legati al coronavirus sui consumatori finali – afferma il presidente Carlo Rienzi –. Siamo pronti a denunciare in Procura qualsiasi speculazione sui prezzi a danno dei cittadini, ed invitiamo gli italiani a segnalare al Codacons rincari dei listini registrati prezzo bar, ristoranti, parrucchieri ed esercizi vari». I cittadini «possono inviare la propria segnalazione alla mail [email protected] o contattando il numero 89349966», fa presenta l'Associazione.


FONTE: LA STAMPA



Categories: Tutte le notizie, Economia e imprese


Comments are disabled.