Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione

Rassegna stampa

Rassegna stampa

LE PRINCIPALI NOVITA' DEL DL RILANCIO - INDENNITA' A FAVORE DI LAVORATORI AUTONOMI E IMPRENDITORI NEI MESI DI APRILE E MAGGIO

Posted on 23 May, 2020 at 10:15

Il DL "Rilancio" prevede che le diverse indennità previste dal DL 18/2020 per marzo (bonus € 600), erogate da INPS, enti previdenziali privati oppure dalla società Sport e Salute spa, sono estese anche nei prossimi mesi come segue:

• Nel mese di aprile 2020 l’indennità è riconosciuta nella misura di 600,00 euro (per gli operai agricoli a tempo determinato, l’indennità per il mese di aprile ammonta a 500,00 euro) in favore delle seguenti categorie:

✓ lavoratori autonomi e collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla Gestione separata INPS;

✓ lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) dell’INPS, per artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni;

✓ lavoratori autonomi iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria;

✓ lavoratori dipendenti stagionali e lavoratori in somministrazione del settore del turismo e degli stabilimenti termali;

✓ lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo;

✓ lavoratori stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali, lavoratori intermittenti, lavoratori autonomi occasionali e incaricati alle vendite a domicilio;

✓ collaboratori sportivi.

Per i soggetti che hanno già ricevuto dall’INPS l’indennità relativa al mese di marzo 2020, quella per il mese di aprile sarà erogata automaticamente, senza necessità di presentare ulteriore domanda.

• Nel mese di maggio 2020 l’indennità è riconosciuta nella misura di 1.000,00 euro, ma solamente per una platea restritta di soggetti quali:

✓ collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla Gestione separata INPS che abbiano cessato il rapporto di lavoro al 19.5.2020;

✓ lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata INPS che abbiano subito una riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020, rispetto al reddito del secondo bimestre 2019 (il reddito è individuato secondo il principio di cassa come differenza tra i ricavi e i compensi percepiti e le spese effettivamente sostenute nel periodo interessato e nell’esercizio dell’attività, comprese le eventuali quote di ammortamento);

✓ lavoratori dipendenti (anche in somministrazione) del settore del turismo e degli stabilimenti balneari che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra l’1.1.2019 e il 17.3.2020.

Per le altre categorie, a maggio l’indennità è replicata in 600,00 euro, con la sola eccezione degli operai agricoli a tempo determinato e degli iscritti alle Gestioni speciali dell’AGO (artigiani e commercianti) ai quali, per tale mese, non è riconosciuta alcuna indennità a carattere personale.

Infine è istituita una nuova indennità per i lavoratori domestici, nella misura di 500,00 euro, per ciascun mese di aprile e maggio.


Dott. Caglieri Simone



Categories: Tutte le notizie, Economia e imprese


Comments are disabled.