Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione

Rassegna stampa

Rassegna stampa

LE PRINCIPALI NOVITA' DEL DL RILANCIO - SOSPENSIONE DEI VERSAMENTI IN SCADENZA NEL MESE DI MARZO, APRILE E MAGGIO

Posted on 23 May, 2020 at 11:50

Il D.L. rilancio prevede lo slittamento di tutti dei termini di versamento al prossimo 16 settembre 2020 ma solamente in presenza delle condizioni già dettate in precedenza con il Decreto “Cura Italia” e dal Decreto “liquidità”.

Riassumendo:

a) I versamenti originariamente in scadenza a marzo (iva annuale, irpef, contributi previdenziali, ritenute, addizionali irpef, iva periodica, inail) - per le imprese, professionisti, artigiani e commercianti fino a 2 milioni di euro di fatturato – slittano al prossimo 16 settembre e da pagare in un’unica soluzione o in massimo 4 rate mensili di pari importo;

b) Per i versamenti originariamente in scadenza ad aprile e maggio (irpef, contributi previdenziali, ritenute, addizionali irpef, iva periodica, inail) - per le imprese, professionisti, artigiani e commercianti fino a 50 milioni di euro di fatturato – si prevede quanto segue:

a) Sono sospesi i versamenti nel mese di aprile 2020, a condizione che i contribuenti abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi (per cui il confronto va fatto tra importi al lordo dell’Iva) di almeno il 33% nel mese di marzo 2020 rispetto a marzo 2019;

b) Sono sospesi i versamenti nel mese di maggio 2020, a condizione che tali soggetti abbiano subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di aprile 2020 rispetto ad aprile 2019;

c) Per i soggetti che hanno iniziato l’attività imprenditoriale a partire dal 01 aprile 2020 i suddetti versamenti sono sospesi indipendentemente dal rispetto o meno dei requisiti sul fatturato;

d) Per i soggetti residenti o con sede operativa nelle province di Brescia, Bergamo, Cremona, Lodi e Piacenza, la sospensione si applica indipendentemente dal fatturato.

Se rispettate queste condizioni, i relativi versamenti dovranno essere effettuati entro il prossimo 16 settembre in un’unica soluzione o in massimo 4 rate mensili di pari importo.

In aggiunta viene prorogato al 16 settembre 2020 il termine del versamento, in autoliquidazione, delle ritenute di cui agli articoli 25 e 25-bis D.P.R. 600/1973 per le quali i soggetti interessati (lavoratori autonomi e agenti) hanno richiesto la non applicazione nel periodo tra il 17 marzo 2020 ed il 31 maggio 2020.


Dott. Caglieri Simone



Categories: Tutte le notizie, Area fiscale


Comments are disabled.