Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione

Rassegna stampa

Rassegna stampa

VACANZE, SOLO IL 20 PER CENTO DEGLI ITALIANI LE STA PROGRAMMANDO

Posted on 10 June, 2020 at 9:40

Pochi (e soprattutto giovani) si sentono sicuri in questo momento tanto da prendere un aereo o programmare le vacanze estive. Gli effetti del Coronavirus continuano a rallentare il turismo, un settore fortemente colpito dalla pandemia durante il «lockdown» ma che anche ora, con i viaggi effettivamente ripartiti e l’estate alle porte, stenta a riprendere vigore. Solo il 26% degli italiani si sentirebbe sicuro a prendere un aereo oggi e questa percentuale sale appena di due punti se si considera la fascia dei giovani tra i 18 e i 34 anni. Questi i principali risultati di «From now on: Come cambierà la Customer Experience negli aeroporti nel mondo post Covid-19» a cura di Deloitte.

 

Il calo del turismo

Le restrizioni agli spostamenti e ai viaggi, volte a contenere la diffusione dei contagi e l’aggravarsi dell’emergenza sanitaria su scala globale, hanno portato ad un drastico calo dei volumi di passeggeri negli aeroporti, in Italia così come nel resto d’Europa. Dai dati pubblicati da Assoaeroporti, nel primo trimestre di quest’anno gli aeroporti italiani hanno registrato un calo di passeggeri pari al -31,8% anno su anno, per un numero complessivo pari a 25,6 milioni di passeggeri; il calo più significativo si è registrato in concomitanza con l’inizio della fase di lockdown, a marzo, con un calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente del -85,1%, per un volume complessivo di poco più di 2 milioni di passeggeri, contro i 14 milioni di marzo 2019.

 

 

I timori

Ma i flussi turistici stentano a ripartire. E il primo freno è proprio la preoccupazione per la salute: il 44% degli italiani mostra timori per la propria salute e il 58% dichiara di preoccuparsi per il benessere dei propri familiari. Nonostante l’estate sia alle porte, solo il 20% degli italiani sta pianificando attivamente le proprie vacanze ricercando voli ed hotel: il 30% dei giovani tra i 18 e i 34 anni sembra più propenso a non rinunciare alle vacanze, contro un 13% di chi ha più di 55 anni. Quanti sono oggi gli italiani disposti a volare? Solo il 20% su scana nazionale e il 14% su scala internazionale.


FONTE: CORRIERE DELLA SERA



Categories: Tutte le notizie, Economia e imprese


Comments are disabled.