Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione e crisi d'impresa

Rassegna stampa

Rassegna stampa

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER LA DIGITALIZZAZIONE - ZONA FIRENZE

Pubblicato il 08 aprile 2021 alle 14.25

BENEFICIARI E SPESE AMMESSE

 

La presentazione della domanda di accesso al contributo a fondo perduto può essere effettuata da micro, piccole e medie imprese che rispettino i seguenti requisiti:

1) Avere sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze;

2) Essere iscritti al Registro delle Imprese ed attivi. Non possono accedere al beneficio i soggetti iscritti solo al Repertorio Economico Amministrativo;

3) Essere in regola con il pagamento del diritto annuale;

4) Avere il Durc regolare;

5) Non trovarsi in fase di liquidazione e non essere soggetti a procedure concorsuali.

Sono ammesse al contributo le spese sostenute dal 01/01/2021 fino al 90° giorno successivo alla data di determinazione delle domande ammesse al contributo. Tali costi, per un minimo di € 3.000 iva esclusa, devono essere relativi a:

  • Servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie abilitanti;
  • Acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

AMBITI DI INTERVENTO


Elenco 1 (obbligatorio): utilizzo delle seguenti tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • robotica avanzata e collaborativa;
  • interfaccia uomo-macchina;
  • manifattura additiva e stampa 3D;
  • prototipazione rapida;
  • internet delle cose e delle macchine;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber security e business continuity;
  • big data e analytics;
  • intelligenza artificiale;
  • blockchain;
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  • simulazione e sistemi cyberfisici;
  • integrazioneverticaleeorizzontale;
  • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
  • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con
  • elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM,
  • CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
  • sistemi di e-commerce;
  • sistemi per lo smart working e il telelavoro;
  • soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita per favorire forme di distanziamento sociale dettate dalle misure di contenimento legate all’emergenza sanitaria da Covid-19;
  • connettività a Banda Ultralarga.

Elenco 2 (facoltativo): utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet (il progetto complessivo potrà contenere anche soluzioni software di adeguamento del registratore di cassa per la gestione della cd “lotteria degli scontrini” );
  • sistemi fintech;
  • sistemi EDI, electronic data interchange;
  • geolocalizzazione;
  • tecnologie per l’in-store customer experience;
  • system integration applicata all’automazione dei processi;
  • tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
  • programmi di digital marketing soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica.

QUANTIFICAZIONE DEL CONTRIBUTO E PRESENTAZIONE DOMANDA


Il contributo a fondo perduto ammonta al 70% delle spese sostenute fino ad un massimo di € 6.000.

La domanda può essere presentata dal 29 aprile 2021 fino ad esaurimento fondi.


Per eventuali chiarimenti o richieste di accesso al fondo perduto, si prega di contattare i nostri professionisti.

 


Dott. Caglieri Simone



Categorie: Tutte le notizie, Finanziamenti


Commenti disabilitati.