Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione e crisi d'impresa

Rassegna stampa

Rassegna stampa

BANDO MACCHINARI INNOVATIVI

Pubblicato il 07 maggio 2021 alle 18.05

Per incentivare l’investimento in tecnologie previste dal Piano Impresa 4.0, il Ministero dello Sviluppo Economico ha fornito le disposizioni operative in merito ai benefici - sotto forma di finanziamenti e contributi in conto impianti – presenti all’interno del bando “Macchinari Innovativi”.

 

BENEFICIARI

 

Possono beneficiare dell’agevolazione le PMI, oltre ai liberi professionisti iscritti agli ordini professionali o aderenti alle associazioni professionali, che al momento della presentazione della domanda rispettano i seguenti requisiti:

• Essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;

• Essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essere in liquidazione volontaria e non essere sottoposte a procedure concorsuali;

• Trovarsi in regime di contabilità ordinaria e disporre di almeno due bilanci approvati e depositati presso il Registro delle imprese ovvero aver presentato, nel caso di imprese individuali e società di persone, almeno due dichiarazioni dei redditi;

• Essere in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia ed urbanistica, del lavoro, della prevenzione degli infortuni e della salvaguardia dell’ambiente ed essere in regola in relazione agli obblighi contributivi;

• Aver restituito somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;

• Non aver effettuato, nei 2 anni precedenti la presentazione della domanda, una delocalizzazione verso l’unità produttiva oggetto dell’investimento in relazione al quale vengono richieste le agevolazioni di cui al presente decreto, impegnandosi a non farlo anche fino ai 2 anni successivi al completamento dell’investimento stesso.

 

AGEVOLAZIONE

 

L’agevolazione consiste in contributi a fondo perduto e finanziamenti di misure diverse sulla base della tipologia societaria:

  • Micro imprese, contributo in conto impianti del 35%, finanziamento del 40%;
  • Piccole imprese, contributo in conto impianti del 35%, finanziamento del 40%;
  • Medie imprese, contributo in conto impianti del 25%, finanziamento del 50%.

Il finanziamento deve essere restituito senza interessi sulla base di un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate con durata massima di 7 anni.

 

ATTIVITA’ AGEVOLABILI

 

Sono agevolabili gli investimenti innovativi finalizzati ad aumentare l’efficienza e/o la flessibilità nello svolgimento dell’attività economica in grado di:

- Consentire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa mediante l’utilizzo delle tecnologie abilitanti afferenti il piano Impresa 4.0;

- Favorire la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare attraverso l’applicazione delle soluzioni individuate nel decreto.

Per dimostrare i suddetti requisiti, le imprese istanti devono presentare il piano degli investimenti dettagliato con le informazioni necessarie per accertare che il progetto di investimento è conforme alle suddette finalità. I settori agevolati sono quello manifatturiero e dei servizi alle imprese.


Dott. Caglieri Simone



 

Categorie: Tutte le notizie, Finanziamenti


Commenti disabilitati.
0