Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione e crisi d'impresa

Rassegna stampa

Rassegna stampa

LE ELEVATE TEMPERATURE COSTITUISCONO UN RISCHIO LAVORATIVO DA VALUTARE

Pubblicato il 09 luglio 2021 alle 14.30

L’INL, con la nota 4639/2021, ha chiarito che l’impiego di lavoratori in attività che comportino l’esposizione ad alte temperature ambientali può costituire una violazione in materia di salute e sicurezza direttamente sanzionabile; occorre quindi intensificare le azioni di prevenzione del rischio da stress termico cui sono sottoposti i lavoratori nella stagione estiva, con particolare riferimento ai cantieri edili e stradali, all’agricoltura e al florovivaismo.

Sul punto l’INL richiama quanto stabilito dall’INPS con il messaggio n. 1856/2017, secondo cui le temperature pari o superiori a 35°, che impediscono lo svolgimento di fasi di lavoro in luoghi non proteggibili dal sole, costituiscono un evento che può dare titolo alla CIGO.


FONTE: EUTEKNE



Categorie: Tutte le notizie, Consulenza del lavoro


Commenti disabilitati.
0