Dott. Caglieri Simone

Consulente aziendale, esperto in controllo di gestione e crisi d'impresa

Rassegna stampa

Rassegna stampa

AUTO CON TARGA STRANIERA DI UN RESIDENTE IN ITALIA: VA PAGATO IL BOLLO AUTO

Pubblicato il 12 luglio 2021 alle 13.45

L’art. 29-bis del DL 113/2018 (c.d. “decreto sicurezza”), modificando gli artt. 93, 132 e 196 del DLgs. 285/92 (Codice della strada), vieta a chi risiede in Italia da oltre 60 giorni di guidare un veicolo con targa estera.

Secondo la C.T. Prov. di Milano, sentenza 1812/5/2021, il contribuente con doppia cittadinanza che circola con un veicolo con targa estera nel territorio italiano da più di 60 giorni è tenuto al versamento del bollo auto. La prova sarebbe stata fornita dall’anagrafe tributaria, avendo il cittadino presentato il modello F24 per il pagamento in Italia di imposte e tributi. In definitiva, secondo il giudice tributario, stante la formale residenza in Italia del contribuente ai sensi dell’art. 2 del TUIR, iscritto all’anagrafe tributaria italiana dal 2016, lo stesso è da ritenersi soggetto passivo d’imposta anche in relazione al versamento della tassa automobilistica sul veicolo di proprietà con targa svizzera.


FONTE: IL SOLE 24 ORE



Categorie: Tutte le notizie, Area fiscale


Commenti disabilitati.
0