Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

LO STATO ITALIANO RISCHIA DI SBORSARE OLTRE 10 MILIARDI DI EURO PER LE MORATORIE SUI PAGAMENTI

Pubblicato il 15 gennaio 2022 alle 09.15

Il 31 dicembre è scaduto il termine entro il quale ci si poteva avvalere delle moratorie assistite da garanzia pubblica, data alla quale risultavano ancora in essere sospensioni nei confronti delle imprese per 36 miliardi di euro, di cui 32 miliardi garantiti in base alle previsioni del decreto Cura Italia del 2020. Partendo dal presupposto che, di questi 36 miliardi di finanziamenti, non sappiamo quante imprese saranno effettivamente in grado di ricominciare a rimborsare le rate a partire da fine gennaio, ciò comporta un potenziale rischio per le casse dello Stato di almeno 10 miliardi di euro in considerazione del fatto che le garanzie cosiddette “sussidiarie” sulle moratorie concesse del fondo per le Pmi gestito da Mcc coprono il 33% del valore del finanziamento.

Ma questa stima può rivelarsi riduttiva.

Infatti la percentuale della garanzia varia a seconda del tipo di sospensione: se in moratoria è stato portato un credito che non aveva alcuna precedente garanzia del fondo, la copertura pubblica è pari al 33%. Al contrario qualora i prestiti godevano già di una garanzia (precedente al 2020 oppure varata con il decreto Liquidità nel 2020), la copertura in moratoria risulta essere pari a quella riconosciuta al finanziamento dove, nel caso dei prestiti garantiti per il Covid, è pari all’80%. Quante sospensioni coperte al 33% e quante all’80% rientrano nei 36 miliardi di cui sopra? Al momento non è dato saperlo ma se, come sembra, fosse una via di mezzo, in tal caso la stima dei 10 miliardi può rivelarsi riduttiva. 


FONTE: IL SOLE 24 ORE




Categorie: Tutte le notizie, Economia e imprese


Commenti disabilitati.