Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

REGISTRO DEI CORRISPETTIVI, FUORI SERVIZIO NON SANZIONATO

Pubblicato il 09 maggio 2022 alle 13.35

Sulla base della risposta ad interpello n. 247 del 6.5.2022, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, in caso di anomalie nel funzionamento del Server-RT o di un punto cassa che impediscano la memorizzazione e/o trasmissione dei corrispettivi, occorre che l’esercente:

- modifichi lo stato dell’apparecchio in “fuori servizio” e richieda tempestivamente l’intervento del tecnico;

- annoti i corrispettivi del periodo di malfunzionamento su un registro di emergenza (in alternativa, anche le memorie dei singoli punti cassa possono svolgere la stessa funzione).

È facoltativo, invece, l’invio dei dati tramite la procedura web di emergenza.

In tali ipotesi, dunque, anche in assenza della trasmissione, e ferma restando la corretta liquidazione dell’imposta, non si applicano le sanzioni (artt. 6 co. 2-bis, 11 co. 2-quinquies e 12 co. 2 del DLgs. 471/97). Qualora invece l’esercente, in presenza di un malfunzionamento, pur avendo liquidato correttamente l’imposta e annotato i corrispettivi sul registro di emergenza, non abbia variato lo stato del Server RT in “fuori servizio” e abbia proceduto all’invio di dati incompleti o non veritieri, si applica la sanzione pari a 100,00 euro per ciascuna trasmissione errata (art. 11 co. 2-quinquies del DLgs. 471/97).


FONTE: IL SOLE 24 ORE - EUTEKNE



Categorie: Tutte le notizie, Consulenza fiscale


Commenti disabilitati.