Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

VOUCHER DIGITALIZZAZIONE - CCIAA FIRENZE

Pubblicato il 11 maggio 2022 alle 15.30

Al fine di sostenere la digitalizzazione delle imprese, la Camera di Commercio di Firenze ha previsto un nuovo contributo a fondo perduto. Di seguito vediamone le principali caratteristiche.

AGEVOLAZIONE E SOGGETTI BENEFICIARI

La domanda di accesso al contributo a fondo perduto può essere presentato dalle Micro, Piccole e Medie imprese con sede legale nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Firenze.

Il contributo a fondo perduto ammonta al 50% delle spese agevolabili, fino ad un massimo di € 6.000.

Non possono presentare domanda le imprese a cui sono stati già erogati contributi a valere sul “Disciplinare voucher digitali i4.0 – annualità 2020 e/o 2021” della Camera di Commercio di Firenze.

SPESE E INTERVENTI AGEVOLABILI

Sono agevolabili i seguenti interventi:

- Servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dagli elenchi sotto riportati;

- Acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti di cui agli elenchi sotto riportati.

Tali spese devono essere riferite ad almeno una tecnologia dell’elenco 1, con l’eventuale aggiunta di una o più tecnologie dell’elenco 2 quali:

• Elenco 1 utilizzo delle seguenti tecnologie inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e specificatamente:

- robotica avanzata e collaborativa;

- interfaccia uomo-macchina;

- manifattura additiva e stampa 3D;

- prototipazione rapida;

- internet delle cose e delle macchine;

- cloud, High Performance Computing - HPC, fog e quantum computing;

- soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index, vulnerability assessment, penetration testing etc);

- big data e analytics;

- intelligenza artificiale;

- blockchain;

- soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);

- simulazione e sistemi cyberfisici;

- integrazione verticale e orizzontale;

- soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;

- soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc).

  • Elenco 2 utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:

- sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;

- sistemi fintech;

- sistemi EDI, electronic data interchange;

- geolocalizzazione;

- tecnologie per l’in-store customer experience;

- system integration applicata all’automazione dei processi;

- tecnologie della Next Production Revolution (NPR);

- programmi di digital marketing;

- soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica;

- connettività a Banda Ultralarga;

- sistemi di e-commerce;

- soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

L’investimento minimo richiesto è di € 3.000.

DOMANDA

Le domande possono essere presentate mediante un click-day fissato dalle ore 10:00 del 18/05/2022 alle ore 17:00 del 31/05/2021, fino ad esaurimento fondi.


Dott. Caglieri Simone



Categorie: Tutte le notizie, Economia e imprese, Blog


Commenti disabilitati.