Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

OBBLIGO DI ADEGUATI ASSETTI ORGANIZZATIVI

Pubblicato il 31 maggio 2022 alle 15.40

Il nuovo codice della crisi, oltre a riformare gli strumenti di superamento della crisi aziendale ed introdurre i campanelli di allarme, si distingue il nuovo articolo del codice civile 2086 co. 2: << L'imprenditore, che operi in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell'impresa, anche in funzione della rilevazione tempestiva della crisi dell'impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l'adozione e l'attuazione di uno degli strumenti previsti dall'ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale >>.

Premesso che tale articolo è entrato in vigore dal 16/03/2019, in sostanza il Legislatore ha posto due obblighi nei confronti delle società (società di persone, società di capitali, società di cooperative, imprese sociali e imprese collettive non societarie come i consorzi):

1) Istituire un assetto organizzativo, amministrativo e contabile adeguato alla natura e alle dimensioni dell’impresa, al fine di rilevare tempestivamente la situazione di crisi dell’impresa;

2) Attivarsi senza indugio per l’adozione e l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale.

Appare chiara l’intenzione del legislatore, ovvero far sì che tutte le aziende, a prescindere dalla loro natura o dimensione, si dotino di strumenti necessari al fine di anticipare l’individuazione di situazioni di crisi o d’insolvenza o, ancora meglio, di prevenirle preservando così la continuità aziendale. Pertanto le imprese si dovranno dotare di un sistema di controllo interno che gli permetta di prevenire la crisi monitorando costantemente lo stato di salute dell’azienda e programmando (si consiglia trimestralmente) l’andamento economico, finanziario e patrimoniale della stessa e del suo stato di salute. Per il raggiungimento di tali obiettivi, è consigliabile l'adozione di un sistema di controllo di gestione (https://studiocaglieri.com/controllo-di-gestione" target="_blank">controllo di gestione) oppure, in caso di microimprese, un check-up aziendale periodico (https://studiocaglieri.com/check-up-aziendale" target="_blank">check-up aziendale).


Dott. Caglieri Simone



 

Categorie: Tutte le notizie, Crisi d'impresa e procedure concorsuali, Blog


Commenti disabilitati.