Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

IMU IN PREDEDUZIONE SUL RICAVATO DELLA LIQUIDAZIONE DELL'IMMOBILE

Pubblicato il 16 giugno 2022 alle 14.30

In base alla lettura coordinata degli artt. 111, 111-bis e 111-ter del RD 267/42, l’IMU maturata dopo la dichiarazione di fallimento rientra tra le spese sostenute per la conservazione, amministrazione e liquidazione dell’immobile ed integra una “uscita di carattere specifico”, a norma dell’art. 111-ter del RD 267/42, che grava in prededuzione sul ricavato dalla liquidazione dell’immobile, anche se oggetto di ipoteca.

Il principio è stato enunciato dalla Corte di Cassazione con ordinanza 10.6.2022 n. 18882.

Tale interpretazione trova conferma nella prassi e in giurisprudenza (Trib. Milano 11.4.2022, Trib. Bari 3.6.2021, Trib. Como 8.12.2019) ed anche nel Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza di cui al DLgs. 14/2019, ove all’art. 222 co. 2 del DLgs. 14/2019 - dopo aver riproposto l’art. 111-bis co. 2 - viene fatto “salvo il disposto dell’articolo 223” (corrispondente al vigente art. 111-ter del RD 267/42), pertanto, i creditori ipotecari e pignoratizi sono gravati da tutte le spese prededucibili specifiche, oltre che da un’aliquota di quelle generali.


FONTE: EUTEKNE



Categorie: Tutte le notizie, Crisi d'impresa e procedure concorsuali


Commenti disabilitati.