Rassegna stampa e blog

Rassegna stampa

ALLARME PER IL FLOROVIVAISMO: COSTI CRESCIUTI DEL 95%

Pubblicato il 21 settembre 2022 alle 08.15

Allo stato attuale il settore florovivaistico italiano rischia un tracollo a causa di un aumento dei costi del 95% causati dai rincari dell’energia che colpiscono l’intera filiera ma anche della crescita dei costi dei fertilizzanti e degli imballaggi, della plastica dei vasetti di carta e delle confezioni, per non dire del gasolio per il riscaldamento delle serre il cui peso nel bilancio aziendale è destinato a crescere con l’arrivo dell’autunno e il calo delle temperature. I dati arrivano dall’analisi fornita dal Crea (il centro di ricerca per l’economia agraria): +250% per i fertilizzanti, +110% per il gasolio, +15% per i fitosanitari contro i parassiti, +45% per i servizi di noleggio, gli imballaggi dalla plastica per i vasetti dei fiori (+72%), il vetro (+40%), la carta (+31%).

La proposta di Coldiretti per risolvere una situazione esplosiva come quella attuale è rappresentato dall'estensione a fabbricati e serre della riduzione dei costi del gasolio fino alla fine dell'anno insieme al credito di imposta per i costi energetici e del gas ai quali accedono anche le imprese agricole rispettivamente per il 30% e il 40% della spesa sostenuta. Tra le proposte della Coldiretti, c'è tra l'altro, lo sblocco di 1,2 miliardi per i contratti di filiera già stanziati nel Pnrr e l'incentivazione delle operazioni di ristrutturazione e rinegoziazione del debito delle imprese agricole. 


FONTE: IL SOLE 24 ORE



Categorie: Tutte le notizie, Economia e imprese


Commenti disabilitati.